Forza Nuova a Maniago

Tutto ciò che accade a Maniago: dalla cronaca alla politica(lamità).

Re: Forza Nuova a Maniago

Messaggioda Gibi » lun lug 06, 2009 2:07 pm

cadaA ha scritto:
Pasco88 ha scritto: riusciresti a spiegarmi perche reputi un istruzione formale e militare sbagliata?
scusate se sono sato assente ma ero a un campo estivo di marce in montagna, 140 km in 9 marce con zainetto da 25 30 kg, ( noi siamo alcolizzati Bwhahahah)
un esperienza militare ti pone molto vicino a delle sensazioni che ti fanno crescere, come lo spirito di corpo , di fratellanza tra camerati , la sopportazione di sofferenze, non mi posso dilungare perche' non ho tempo, se prima dicevi che si deve conoscere e prendere il buono da tutte le culture ( come e' giusto che sia, senza mescolarle pero', si perderebbere certe identita' molto importanti) non dovresti quindi tralasciare il servizio militare...


Ripeto quello che ho scritto ad Adelchi...

Sulla leva obbligatoria, penso che Paolo affermasse dell'introduzione del Servizio Civile Nazionale, il quale è stato creato grazie ad un grosso movimento di Obiettori di coscienza, che preferiva il carcere piuttosto che impugnare le armi per l'esercito e c'è ancora chi sceglie di aiutare gli altri a contatto con la realtà sociale, piuttosto che obbedire allo Stato-Padrone...
e lavorare una vita ,pagando le tasse,e ritrovarsi con un pugno di mosche?non è servire lo stato?
"L'UNICA CULTURA CHE RICONOSCO E' QUELLA DELLE IDEE CHE DIVENTANO AZIONI" E. Pound
Gibi
 
Messaggi: 153
Iscritto il: sab giu 20, 2009 1:32 pm

Forza Nuova a Maniago

Messaggioda cadaA » lun lug 06, 2009 3:04 pm

Gibi ha scritto:e lavorare una vita ,pagando le tasse,e ritrovarsi con un pugno di mosche?non è servire lo stato?


Non vedo cosa c'entri con il discorso che si faceva...
Cadamuro Andrea
Avatar utente
cadaA
 
Messaggi: 609
Iscritto il: mer ott 24, 2007 1:42 pm
Località: Maniago Centro-studi

Re: Forza Nuova a Maniago

Messaggioda Gibi » mar lug 07, 2009 11:38 am

cadaA ha scritto:
Gibi ha scritto:e lavorare una vita ,pagando le tasse,e ritrovarsi con un pugno di mosche?non è servire lo stato?

Non vedo cosa c'entri con il discorso che si faceva...

è una domanda facile,potevi rispondere!
"L'UNICA CULTURA CHE RICONOSCO E' QUELLA DELLE IDEE CHE DIVENTANO AZIONI" E. Pound
Gibi
 
Messaggi: 153
Iscritto il: sab giu 20, 2009 1:32 pm

Forza Nuova a Maniago

Messaggioda cadaA » mar lug 07, 2009 12:32 pm

Gibi ha scritto:
è una domanda facile,potevi rispondere![/quote]

Ho capito... ma non mi pare giusto rispondere con una domanda che per di più non c'entra niente... posso farlo anch'io allora?
Cadamuro Andrea
Avatar utente
cadaA
 
Messaggi: 609
Iscritto il: mer ott 24, 2007 1:42 pm
Località: Maniago Centro-studi

Re: Forza Nuova a Maniago

Messaggioda Pasco88 » mer set 23, 2009 9:55 am

cadaA ha scritto:Sulla leva obbligatoria, penso che Paolo affermasse dell'introduzione del Servizio Civile Nazionale, il quale è stato creato grazie ad un grosso movimento di Obiettori di coscienza, che preferiva il carcere piuttosto che impugnare le armi per l'esercito e c'è ancora chi sceglie di aiutare gli altri a contatto con la realtà sociale, piuttosto che obbedire allo Stato-Padrone...

Vorrei scusarmi per il ritardo ma non ho la possibilita' di scrivere molto e seguire troppi forum.
Chi si arruola attualmente per la maggioranza dei casi e' triste ma lo fa perche' non trova un lavoro, e questo e' un problema che e' sempre esistito e non solo in Italia, penso di non dire niente di nuovo, a questo pero' bisogna aggiungere che molte persone decidono di entrare in un corpo volontariamente per passione e spirito di sacrificio, senza nessuna influenza ideale ma prettamente per accrescere le proprie potenzialita', allargare le proprie vedute.
Vi garantisco che non significa certo essere "servi dello Stato-Padrone". Dopo tutti quelli che non hanno mai avuto l'occasione di essere militare e pensano di sapere tutto beh...sono liberi di agire come vogliono seguendo la loro indole...sta a chi non pensa a senso unico trarre qualcosa di utile da questi confronti. Mandi...e ricordatevi che quando un soldato italiano muore all'estero, non spreca la sua vita per servire lo Stato-Padrone, bensi' per cause ben piu' umili e sincere, come ad esempio aiutare i propri colleghi, o la gente del posto, ovviamente nei limiti delle proprio possibilita'....e vi ricordo che lo stipendio ( siccome e' un argomentato che sta piu' a cuore delle vite umane nelle discussione da comode poltrone) viene pagato quasi interamente dalla NATO in Afghanistan e in quasi tutte le missioni in cui l'Italia e' impegnata...mandi
Pasco88
 
Messaggi: 17
Iscritto il: sab giu 06, 2009 12:44 pm

Precedente

Torna a La Città del Coltello

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 3 ospiti

cron